Come si forma la percezione in Stregoneria

Come e perché si modifica la percezione dell'uomo

Claudio Simeoni

 

Il libro si può ordinare all'editore Youcanprint

Oppure, fra gli altri anche su:

Mondadori

Feltrinelli

Ibs

Cod. ISBN 9788891185822

Percezione e Stregoneria
Sulla formazione della percezione e la selezione dei fenomeni percepiti

Che cos'è, e in che cosa consiste, la Stregoneria?

La Stregoneria è l'arte di costruire la vita.

O si pensa alla vita come ad un destino o ad una determinazione voluta da una potenza esterna, un dio padrone, o si pensa alla vita come un processo di costruzione e di trasformazione dell'individuo che ad ogni scelta trasforma sé stesso.

La Stregoneria, a differenza del cristianesimo, dell'islamismo, dell'ebraismo e del buddismo, pensa all'uomo come un soggetto della Natura che si trasforma continuamente manipolando la sua struttura fisica, percettiva e psichica per rispondere al meglio alle sollecitazioni del mondo. La trasformazione che l'individuo costruisce nella sua vita, pena delle sue passioni e delle sue emozioni, si trasferisce anche ai figli sotto forma di tensione e predisposizione fino, ai casi più estremi, ad una modificazione più o meno permanente dei caratteri genetici.

Oggi sappiamo che questo processo di trasformazione è alla base della diversificazione delle specie. Se l'ambiente, della natura o sociale, costringe l'uomo a modificarsi (adattarsi) è altrettanto vero che l'adattamento è prodotto dall'uomo e l'adattamento costituisce una modificazione della struttura psico-fisica-emotiva che modifica sia l'organizzazione neuro-vegetativa che la capacità di percezione del mondo, dei fenomeni del mondo e della vita nel suo insieme.

La Stregoneria non è separata dalla vita, ma è la pratica stessa della vita quando questa non è un esercizio di sottomissione e di deferenza a morali o comportamenti imposti.

La Stregoneria è un metodo con cui organizzare le scelte e le azioni nel mondo in cui si vive. La Stregoneria è ben consapevole che nel mondo sociale migliaia di uomini analizzano ed agiscono per comprendere razionalmente i meccanismi della vita, ma questo alla Stregoneria, come pratica esistenziale, non interessa. L'analisi scientifica di un fenomeno non appartiene alla pratica della Stregoneria. In Stregoneria le pratiche o funzionano o non funzionano; il percome queste pratiche funzionano non rientra nell'ambito della Stregoneria che, al massimo, può dare delle spiegazioni estemporanee (giudizio di necessità) senza avere nessuna pretesa di verità.

Per contro, la Stregoneria deve misurarsi con i risultati scientifici quando questi contrastano delle possibili idee aprioristiche. Le idee aprioristiche sono dei "giudizi di necessità” che al momento sembrano spiegare i fenomeni che percepiamo o viviamo, ma che tendono a fissarsi in idee preconcette e da strumenti d'uso si trasformano in forme di verità che condizionano le trasformazioni degli individui.

Nel mondo esistono decine di migliaia di laboratori fisici, psicologici, medici, di sociologia, che con la loro ricerca individuano sempre nuovi e diversi fattori che concorrono alla formazione di fenomeni che vengono usati e trattati nell'attività di abitare il mondo.

Gli stessi fenomeni che usa la Stregoneria per alimentare la dilatazione, l'espansione psico-fisico-emotiva dell'uomo nel mondo, vengono usati anche dalle religioni rivelate per manipolare la struttura psico-emotiva dell'uomo e sottometterla alla verità rivelata e alla morale imposta. L'attività di sottomissione dell'uomo da parte del cristianesimo, islamismo, ebraismo e buddismo, non fanno altro che comprimere la struttura psico-fisico-emotiva imponendo stati di malattia fisica, psichica e situazioni di dolore emotivo e di conflitto esistenziale. Proprio le condizioni dell'uomo prodotte dalla violenza delle religioni rivelate, dimostrano l'efficacia delle scelte e delle tecniche della Stregoneria nel suo processo di abitare il mondo.

La Stregoneria non pretende di misurarsi con la scienza, ma usa la scienza, i dati scientifici diffusi mediante la stampa non specializzata, come informazioni, capaci di incidere nella vita comune degli Esseri Umani, per verificare la correttezza delle proprie scelte.

La Stregoneria manipolava erbe, qualche volta intrugli di dulcamara, bella donna o uva di volpe, facevano molti danni alle persone: la scienza ci ha detto perché. La Stregoneria è il fondamento degli uomini affinché guardino in maniera coerente la vita quotidiana: la scienza ci può dare qualche idea su come ciò funziona e perché. Sapendo come funziona, la Stregoneria può abbandonare quella pratica, tanto viene acquisita a livello culturale, e andare oltre coltivando nuove e diverse pratiche utili all'uomo.

Si tratta di verificare, attraverso le informazioni provenienti dal mondo scientifico, le idee della Stregoneria in relazione alla: PERCEZIONE DEL MONDO! Le idee della Stregoneria sulla formazione della percezione nell'individuo.

La Stregoneria non dice: "Dovete giungere a percepire questa o quella cosa!”, la Stregoneria dice: "Il tuo percepire si forma e si costruisce all'interno di queste condizioni; una volta che tu lo sai puoi fare delle scelte consapevoli per modificare e ottimizzare la percezione che hai del mondo in cui vivi”.

Sistematicità, intento, passione, volontà, impegno, nella propria attività fino a provare un dolore psichico-emotivo, sono i segreti per modificare la propria capacità di percepire il mondo agendo sia sulla plasticità del nostro apparato cerebrale che sulla possibilità di veicolare le nostre emozioni nel mondo in cui viviamo. Solo quando proviamo il dolore della trasformazione, che percepiamo come impotenza nei confronti del mondo, il mondo sta agendo su di noi per spingerci a modificare la nostra percezione e la nostra struttura fisiologica.

Per questo motivo, in questo indice, trattiamo sulla formazione della percezione dell'individuo partendo dalle idee della Stregoneria in relazione alle informazioni scientifiche che ci giungono dalla stampa popolare-divulgativa.

Il progetto non vuole esaurire la questione sulla formazione della percezione nella selezione dei fenomeni percepiti. Il progetto vuole solo dimostrare che il mondo agisce sul soggetto e il soggetto agisce nel mondo costruendo una selezione soggettiva nella percezione del mondo che può essere modificata e ampliata dall'individuo. Si tratta di dimostrare un principio fondamentale della Stregoneria secondo cui il mondo non è ciò che io percepisco, ma io percepisco ciò che sono riuscito (per condizioni, volontà e soggettività) a percepire.

Questo progetto e queste tesi sono state discusse durante la trasmissione radiofonica di "Magia Stregoneria e Paganesimo” il giovedì su Radio Gamma 5 di Padova iniziando da giovedì 07 dicembre 2006 e vengono ripresentate nel gennaio 2015.

2 - La formazione della percezione nelle condizioni della vita;

3 - La madre come mondo; la fondazione della percezione nell'età fetale;

4 - Selezione soggettiva della percezione;

5 - Selezione della percezione nella prima infanzia;

6 - Selezione della percezione nell'età adolescenziale;

7 - Che cos'è la percezione extrasensoriale;

8 - Empatia, vista e tatto nella formazione della percezione;

9 - Empatia e relazioni sociali;

10 - Comunicazione telepatica;

11 - Il cervello nello stomaco;

12 - Le basi dell'empatia e l'esperienza mistica;

13 - Il rumore di fondo;

14 - La prescienza;

15 - Il colpo di genio;

16 - Il già visto: déjà vu;

17 - Dalla sessualità disturbata al dominio del macismo e la necessità di liberazione sessuale omosessuale;

18 - L'angoscia, le emozioni e il "sentire il mondo”;

Pagine scritte nel novembre 2006

Presentate ogni giovedì in Radio Gamma5 dal giorno 07 dicembre 2006

Revisionata 10 gennaio 2015 - revisione conclusa il 28 gennaio 2015

Páginas em Português

 

 

 

 

Home Page

Claudio Simeoni

Meccanico

Apprendista Stregone

Guardiano dell'Anticristo

Membro fondatore
della Federazione Pagana

Piaz.le Parmesan, 8

30175 Marghera - Venezia

Tel. 3277862784

e-mail: claudiosimeoni@libero.it

Foto scattate alla Biennale di Venezia

La percezione

La percezione è il modo con cui selezioniamo e facciamo nostri i fenomeni provenienti dal mondo. La percezione cresce e si modifica nell'individuo in base alle sue scelte in relazione alle sollecitazioni che riceve dal mondo. Sia da parte della Natura che da parte della società. Come la percezione dei fenomeni del mondo può essere ridotta, rispetto ad un ipotetico modello desunto dalla media sociale, così può essere ampliata in quantità e qualità anche se i limiti rimangono quelli del divenuto della specie umana. Mentre il cristianesimo riduce la percezione dell'uomo alla parola con cui il suo dio padrone ha "creato" il mondo, la Stregoneria tende ad ampliare la percezione rendendola uno strumento attivo nella pratica dell'abitare il mondo da parte dell'uomo.