FEDERAZIONE PAGANA

E' SUFFICIENTE LA LUNGA ASTINENZA DI PRESENZA CLERICALE PER SALVAGUARDARE IL DIVENIRE MAGICO DELL'INDIVIDUO, DELLA SOCIETA' E DELLA NATURA?

MAGIA STREGONERIA PAGANESIMO NUOVA TERAPIA D'URTO!

Vai al significato sociale dei Vangeli Cristiani.

SOMMARIO:

1) CATTOLICESIMO E CLERICALISMO COME COSTRUZIONE DELLA PERVERSIONE SOCIALE!

2) CONDIZIONAMENTO EDUCAZIONALE E PULSIONE DI MORTE COME PRINCIPI SOCIALI!

3) DETERMINAZIONE E TENSIONE ESPANSIVA DELL'INDIVIDUO COME RIMEDIO ALLA COERCIZIONE EDUCAZIONALE!

LA COSTRUZIONE DEL PAGANESIMO POLITEISTA COME STRUMENTO ATTRAVERSO IL QUALE FISSARE IL CAMMINO DI LIBERTA' DEGLI ESSERI UMANI!

---

1) CATTOLICESIMO E CLERICALISMO COME COSTRUZIONE DELLA PERVERSIONE SOCIALE

Il Sistema Sociale in cui viviamo è caratterizzato dalla dominazione cattolica. Il cristianesimo, nella versione cattolica, è l'arte della distruzione del divenire umano attraverso la santificazione della sottomissione.

Il cristianesimo fonda la propria dottrina sulla sottomissione al dio padrone. Tutto è sottomesso al dio padrone e al pazzo che si identifica col dio padrone. Ci si sottomette al pazzo di Nazareth in quanto egli millanta di essere figlio del dio padrone. Così la chiesa cristiana cattolica impone la sottomissione cominciando dai bambini appena nati in quanto ella si ritiene demandata dal dio padrone per costruire la sottomissione sociale. Millecinquecento anni di storia testimoniano questo!

Dal momento che questo modo di essere rappresenta pura e semplice perversione sociale ed applicazione dei dettami della pulsione di morte ne consegue che ogni persona, sottomessa e ossequiante alla dottrina Cristiano Cattolica, si identifica col dio padrone pretendendo che altre persone si sottomettano.

Si crea pertanto un circolo vizioso nel quale il cattolico si sottomette a chi è socialmente più forte di lui e impone sottomissione a chi reputa più debole di lui. Dove la struttura gerarchica viene costruita in base alla sottomissione al dio padrone e alla identificazione con la struttura coercitiva e terroristica che si identifica col pazzo di Nazareth di cui la chiesa cattolica ne esalta la perversione soggettiva facendola propria.

Il macellaio di Sodoma e Gomorra e il pazzo di Nazareth diventano figure di puro terrore dietro le quali nascondere e giustificare l'azione di terrore esercitata dalla chiesa cattolica. Azione di terrore che a seconda delle sue possibilità di estrinsecazione varia da epoca ad epoca, da situazione giuridica a situazione giuridica, ma hanno alla base la stessa necessità: riaffermare il proprio dominio su quello che lei reputa il bestiame umano.

Pertanto non c'è nessuna differenza dottrinale se non consequenziale fra il giovinetto che fugge nudo davanti alle guardie mentre arrestano il pazzo di Nazareth e l'attività pederastica dei preti cattolici. Non c'è nessuna differenza fra la macellazione di comunisti, ebrei, zingari e omosessuali nei campi nazisti e il massacro del fico che al pazzo di Nazareth non gli dà i fichi quando lui li chiede e li desidera. La macellazione di eretici e degli Esseri Umani di culture diverse è ordinata dallo stesso pazzo di Nazareth attraverso il suo ordine: "Oltre a ciò, menate qua que' miei nemici, che non hanno voluto che io regnassi sopra di loro, e scannateli in mia presenza!" Luca 19,27 episodio delle dieci mine.

Così come i roghi delle donne indifese che gli assassini chiamati papi cattolici romani da Pietro a Woytjla chiamano STREGHE è ordinato dal macellaio di Sodoma e Gomorra per compiacersi della distruzione di chi tenta di costruire la vita fra gli Esseri Umani.

Ne consegue che il problema dei cristiano cattolici è quello di allevare Esseri Umani che riconoscano il loro diritto a macellare Esseri Umani. Il loro diritto a dire agli Esseri Umani. "Voi non dovete ammazzare!" nel momento stesso in cui essi li stanno ammazzando.

All'interno del cattolicesimo la legge non si applica a chi è socialmente più forte. Chi è socialmente più forte si sottrae alla legge e all'imputazione. "Come ti permetti tu!" "Chi ti credi di essere!" questi sono modi di dire propri di chi intende sottrarsi alla legge e alle regole mentre chiede e impone le regole al più debole socialmente parlando. Woytjla stupra bambini ma nessuno può imputargli di stuprare bambini! Perché questo? Perché egli è al di sopra della legge! Come il suo dio che dice agli Esseri Umani in ginocchio che non devono uccidere ma solo stare in ginocchio mentre egli li sta uccidendo vedi il diluvio universale o il massacro di Sodoma e Gomorra.

Così il clero si assume il ruolo di dio all'interno del Sistema Sociale. Egli si reputa padrone del Sistema Sociale, vedi l'organizzazione mafiosa Opus Dei e l'organizzazione mafiosa Legionari di Cristo o l'organizzazione mafiosa dei Gesuiti o della macellaia dell'India.

Questo modo di rappresentare lo stato e il controllo sociale sono stati fatti propri dal Sistema Sociale dove la legge non è elemento che viene applicato oggettivamente ad ogni individuo ma costantemente abbiamo chi, per un verso o per un altro, si sottrae alla legge stessa. All'interno dell'etica cristiana la legge non è elemento oggettivo in quanto tale ma la soggettività del singolo magistrato viene anteposta alla legge stessa; impone se deve essere o meno applicata. Se c'è o non c'è tempo per farlo. Se è o non è importante farlo.

L'essenza dei dio padrone si manifesta in tutti gli ordini sociali. C'è sempre qualcuno che vuole appropriarsi di altri Esseri Umani. C'è sempre qualcuno che viene privato dei propri diritti costituzionali. Primi fra tutti i bambini che attraverso la famiglia dei ruolo (il padre padrone, la moglie serva e i figli bestiame da allevamento) difesa a spada tratta dai cristiani cattolici vengono stuprati costantemente nel loro divenire al fine di trasformarli in Esseri fobici che facilmente possono essere messi in ginocchio davanti al dio padrone.

2) CONDIZIONAMENTO EDUCAZIONALE E PULSIONE DI MORTE COME PRINCIPI SOCIALI

Il Sistema Sociale si presenta ad ogni nuovo nato come un Sistema Sociale naturale voluto dal dio padrone (ogni autorità viene dal dio padrone: dicono i cristiani!). Il Sistema Sociale ritiene sé stesso naturale e come tale intende imporsi sul nuovo nato.

Ogni nuovo nato non è patrimonio di sviluppo del Sistema Sociale come parte di esso ma è oggetto di possesso del Sistema Sociale che non gli riconosce nessun diritto se non quello di diventare carne da lavoro o carne da preghiera. Il nuovo nato è protetto all'interno del Sistema Sociale non in quanto individuo ma in quanto oggetto di possesso del Sistema Sociale. Il nuovo nato non è una persona ma è il figlio di... è lo scolaro di... il nuovo nato non è soggetto di diritto costituzionale ma il suo diritto è legato al suo essere oggetto posseduto. Oggetto che può cambiare di possesso qualora il padrone del possessore ( in molti casi il magistrato) decide di cambiare il possessore dell'oggetto (si dice spesso: sottrarre alla patria podestà!).

Questa impostazione sociale è la trasformazione in termini attuali e sociali dell'Essere Umano quale bestiame posseduto dal dio padrone che ne può disporre a piacimento. E' derivazione diretta dalla monarchia assoluta di origine divina, è derivazione diretta del cattolicesimo nella forma sociale di fascismo e nazismo.

Partendo dall'impostazione dottrinale cattolica il Sistema Sociale non risponde, non si ritiene responsabile nei confronti del nuovo nato ma ritiene il nuovo nato responsabile nei confronti di sé stesso. Non è il Sistema Sociale che costruisce le condizioni all'interno delle quali avviene lo spaccio dell'eroina ma è il nuovo nato che, perverso, si sottrae al suo controllo assumendo eroina o più in generale comportamenti e azioni censurate dal Sistema Sociale stesso.

Partendo dall'orrore cristiano il Sistema Sociale ritiene sé stesso perfetto e impone, con la coercizione educazionale, al nuovo nato di adeguarsi rinunciando alla determinazione di sé stesso.

Pertanto il Sistema Sociale imporrà al nuovo nato l'obbedienza acritica pena punizioni severe, minacce e terrore. Saranno le pene dei genitori, della maestra, dei professori, del poliziotto, del sergente, del capufficio ecc. ecc.

Il nuovo nato, nel sistema educazionale cattolico, è solo soggetto di obbedienza.

Il Sistema Sociale provvede ad insegnargli a pregare ma non gli trasmette il diritto costituzionale né l'applicazione di questo diritto nei confronti della gerarchia sociale.

Così il poliziotto che dovrebbe essere al servizio del cittadino di fatto si ritiene padrone dello stesso!

Il magistrato che dovrebbe essere al servizio del cittadino si ritiene un inviato del dio padrone e in diritto di usare la legge per i propri fini e i propri scopi.

Il professore che dovrebbe essere al servizio dell'allievo si ritiene in dovere di punire questo qualora questi non si sottometta.

Il genitore che dovrebbe essere al servizio del figlio si ritiene padrone dello stesso. Un padrone legittimato nel ruolo in quanto un Sistema Sociale incapace di costruire il futuro lo reputa responsabile dei fallimenti del Sistema Sociale stesso. E questo in virtù dei principi cattolici secondo cui non è il loro dio l'assassino ma è l'Essere Umano che non si adegua facendosi docilmente assassinare.

Le condizioni nelle quali il nuovo nato agisce non sono mai oggetto di discussione giuridica, al massimo accademica, in quanto questo equivarrebbe a mettere in discussione il Sistema Sociale in quanto emanazione del dio padrone.

In questo contesto si vengono a formare delle contraddizioni violente fra le tensioni dell'individuo che tendono ad espandersi nel mondo e la violenza educazionale del comando del Sistema Sociale che tendendo a trasformarlo in un suo servo sciocco deve privarlo delle capacità di determinare sé stesso.

Questa contraddizione è alla base di tutte le fobie e dei contrasti sociali. Il tentativo cattolico di ridurre gli Esseri Umani in schiavi obbedienti è la vera causa della conflittualità sociale!

Pertanto non ha senso parlare di anticlericalismo in quanto la struttura educazionale si è sganciata dal clero cattolico che l'ha elaborata ed è stata assunta a modello sociale. La centralità su cui centrare l'attenzione è il modello educazionale al di là del soggetto che lo usa e lo impone. La struttura educazionale non fa meno danno quando ad applicarla sono dei laici anziché dei preti cattolici. La coercizione è sempre coercizione!

3) DETERMINAZIONE E TENSIONE ESPANSIVA DELL'INDIVIDUO COME RIMEDIO ALLA COERCIZIONE EDUCAZIONALE

Le contraddizioni esistenziali sono determinate dalla contrapposizione che si viene a creare fra le tensioni interne dell'individuo che lo spingono a dilatarsi e la coercizione educazionale che gli impone sottomissione.

Fra il Potere di Essere che impone all'individuo di crescere e dilatarsi e un Potere di Avere che costringe l'individuo a sottomettersi e ad adeguarsi.

Fra il dio che cresce nell'Essere Umano e il dio padrone che intende trasformarlo in bestiame di un gregge da condurre al macello.

Ogni Essere è un dio che tenta di determinare sé stesso mentre il Sistema Sociale che si identifica col macellaio di Sodoma e Gomorra tenta di distruggere il dio che cresce dentro l'Essere Umano per trasformalo in servo docile e obbediente.

L'Essere Umano oppone la propria resistenza e alla qualità coercitiva oggettivamente imposta contrappone la qualità della propria ribellione costringendo il Sistema Sociale da un lato ad esercitare la propria violenza repressiva ed emarginante e dall'altro a mettere in atto delle strategie di adattamento e di modifica.

Il problema per gli Esseri Umani è che anche le strategie coercitive degli adoratori del macellaio di Sodoma e Gomorra si adattano per ricostruire condizioni di miseria e assoggettamento. Così un Sistema Sociale anziché considerare un patrimonio sacro il furore divino che cresce dentro sé stesso mette in atto delle strategie per annientarlo.

Da un lato chi costruisce il dio che cresce dentro sé stesso afferma: "Tutti gli uomini devono essere giuridicamente uguali!" dall'altro chi assoggetta gli Esseri Umani alla volontà del macellaio di Sodoma e Gomorra afferma: "Tutti gli uomini devono essere uguali in ginocchio davanti a me!" Ecco come il concetto di uguaglianza viene sovrapposto e manipolato dal più forte per costringere il più debole alla sottomissione.

Le strategie dell'individuo all'interno di un Sistema Sociale retto dagli adoratori del macellaio di Sodoma e Gomorra si riducono ad essere delle strategie individuali che finiscono per modificare la situazione soggettiva dell'individuo collocandolo in un diverso livello sociale. Sono strategie individuali. Lotte immani. Magari distruggendo chiunque gli stia attorno. Arraffando quanto gli è possibile. Piegando spesso il proprio sentire magico alle imposizioni del Potere di Avere. Questo individuo può ottenere qualche cosa soltanto se farà la volontà del dio padrone. Soltanto se si collocherà in una posizione sociale dalla quale costringerà il più debole a strisciare e sarà veloce ad inginocchiarsi davanti al dio padrone e a chi è nella gerarchia più vicino al dio padrone di lui.

Non esiste nel Sistema Sociale in cui stiamo vivendo nessun riferimento per chi intende sviluppare il proprio Potere di Essere: il dio dentro sé stesso! Eppure questo Sistema Sociale, come ogni Sistema Sociale umano quando è in pericolo o qualche crisi lo travolge può sopravvivere soltanto se al suo interno ci sono Esseri Umani che hanno sviluppato il loro Potere di Essere. Soltanto se al suo interno ci sono degli déi pronti a ricostruire un cammino di sviluppo sociale.

Le tensioni che ha l'Essere Umano sono dunque tensioni divine che possono diventare autodistruttive o distruttive soltanto per l'azione coercitiva del Sistema Sociale. E' il Sistema Sociale che distrugge la propositività al suo interno per imporre la coercizione ai dogmi del macellaio di Sodoma e Gomorra.

Battezzare i bambini sottomettendoli alla volontà del macellaio di Sodoma e Gomorra è arte della distruzione del divenire sociale!

4) LA COSTRUZIONE DEL PAGANESIMO POLITEISTA COME STRUMENTO ATTRAVERSO IL QUALE FISSARE IL CAMMINO DI LIBERTA' DEGLI ESSERI UMANI

A questo punto appare chiaro che la protezione dello sviluppo del Sistema Sociale in cui viviamo è data soltanto dalla costruzione dell'alternativa alla distruzione operata dagli adoratori del macellaio di Sodoma e Gomorra.

Alternativa che può essere soltanto religiosa in quanto è dogma di libertà del fare per costruire il Potere di Essere del singolo individuo e del Sistema Sociale nel suo insieme.

Dogma di Libertà in alternativa al dogma di verità davanti al quale vengono messi in ginocchio i bambini da parte degli adoratori del macellaio di Sodoma e Gomorra.

L'alternativa religiosa è data soltanto dal Paganesimo Politeista in cui il divino che ci circonda può essere incontrato soltanto dallo sviluppo del divino all'interno del singolo Essere Umano. Non è sufficiente negare il dominio del macellaio di Sodoma e Gomorra sul Sistema Sociale se questo ne adotta metodi e direzione.

Consideriamo tre esempi di divinità che appartengono a tre tradizioni Pagane differenti: Osiris, Venere e Pan

Il Paganesimo Politeista si qualifica per la qualità dello sviluppo del divino soggettivo che incontra il divino oggettivo di cui è espressione. Quando il Paganesimo Politeista individua una divinità è perché quella divinità qualifica un fare di libertà che cresce dentro l'Essere Umano che lo individua.

Se io individuo Cerere è perché il crescere, in questo momento, è la tensione cui tento di rispondere. Cerere è la crescita di ogni Essere dal più infimo Essere della Natura alle Galassie dell'Universo. La mia tensione di crescita è un fare divino che alimenta la Coscienza di Sé Cerere e che Cerere alimenta nel momento in cui metto in essere delle strategie attraverso le quali crescere io mi faccio Cerere. Se dovessi innalzare un tempio a Cerere significa che indico, all'interno del Sistema Sociale in cui vivo, la necessità sacra di ogni Essere Umano di costruire delle strategie attraverso le quali crescere. Significa che indico al Sistema Sociale la sacralità della tensione verso la crescita. Dunque leggi, provvedimenti, e quant'altro favorisce la crescita in contrapposizione a leggi, provvedimenti o quant'altro impone l'assoggettamento come imposto dal macellaio di Sodoma e Gomorra.

Quando esalto Osiris della tradizione religiosa dell'antico Egitto indico la separazione della coscienza dalla non coscienza. La coscienza Osiris che si separa dal mare inconscio di Nut. Indico contemporaneamente un fare magico ed è la separazione dell'individuo dalla tensione che lo vorrebbe ridurre a pecora del gregge che va verso al macello. Come Osiris in Nut afferma: "Io esisto!" e nel far questo chiama a sé il potere di Cerere per crescere nell'immenso che lo circonda così l'Essere Umano che riconosce a sé stesso un'opportunità di eternità si separa dalle forze che gli impongono la sottomissione e afferma: "Io esisto!". Nel far questo si assume le responsabilità della propria esistenza. Se ho innalzato un tempio ad Osiris indico al Sistema Sociale in cui vivo la necessità di mettere in atto delle strategie sociali per le quali ogni Essere Umano al suo interno sia messo nelle migliori condizioni per dire: "Io esisto!". Un Sistema Sociale che anziché mettere in atto delle strategie per ridurre gli Esseri Umani a bestiame di un gregge metta in atto delle strategie per determinare sé stessi assumersi la responsabilità della propria esistenza. Un Sistema Sociale che si modificherà diventando tanto più vivo quanto più vivi saranno gli Esseri Umani che si assumeranno la responsabilità della propria esistenza costruendo sé stessi nell'infinito dei mutamenti. Per un Pagano Politeista onorare una divinità significa alimentare quella divinità attraverso il proprio fare alimentando il Potere di Essere che cresce dentro di lui. Nel Paganesimo Politeista c'è sempre un Osiris che si separa dall'insieme, per costruire qualche cosa che arricchisca l'insieme stesso. Nel cristianesimo c'è solo obbedienza ad un dio assassino. Quando viene imposta obbedienza, chiunque lo faccia, è sempre un cristiano!

Fintanto che il Sistema Sociale si regge sulla sottomissione al macellaio di Sodoma e Gomorra gli Esseri Umani saranno autorizzati a commettere qualunque atrocità ad imitazione delle sue atrocità distruggendo il Sistema Sociale in cui viviamo.

Quando onoriamo Pan onoriamo l'Essere della Natura che è in noi. Per gli adoratori del macellaio di Sodoma e Gomorra il loro dio padrone ha donato la terra e gli animali affinché li saccheggiassero. Pan è l'essenza dell'Essere Natura. La sua materialità. La sua fisicità come potere di rappresentazione divina dentro l'Essere Umano. Così Pan si estende correndo nella sua oggettività: il bosco, il pascolo, l'alpeggio! Così l'Essere Umano spazia nella sua oggettività: il mondo da cui è circondato senza frontiere o limiti. Pan fa scorrere le proprie passioni sul mondo: la propria sessualità, la propria arte, il piacere di abbracciare il mondo con uno sguardo! Così l'Essere Umano esprime sé stesso attraverso la sua fisicità, la sua sessualità, la sua arte che si trasforma in magia della sua stessa trasformazione. Come Pan abita le grotte delle montagne così l'Essere Umano abita le grotte dell'universo (di cui Pan è raffigurazione) per poter afferrare Conoscenza e consapevolezza e diventare egli stesso Universo. Ma se l'Essere Umano non affronta le grotte della Conoscenza e della Consapevolezza non possiede determinazione sufficiente e sarà scacciato dal timor panico che si impossesserà di lui. Davanti alla Conoscenza e alla Consapevolezza è necessario essere ardimentosi per poterle afferrare come Pan a Maratona o come Pan davanti alle tempeste della vita.

Quando onoro Pan onoro la Natura di cui sono parte (mezzo Essere Umano e mezzo animale) e nella quale mi muovo per costruire me stesso. Mi muovo nella Natura a differenza di un adoratore del macellaio di Sodoma e Gomorra che saccheggia la Natura considerandosi padrone di Essa. Un adoratore del macellaio di Sodoma e Gomorra ritiene che la Natura gli sia stata donata da un dio pazzo di cui egli si ritiene immagine e somiglianza.

Se un tempio viene innalzato a Pan è per indicare l'Essere Umano come parte dell'Essere Natura. La chiesa innalzata al macellaio di Sodoma e Gomorra serve ai cattolici per sancire il loro diritto a saccheggiare il mondo sacrificandone l'esistenza al loro dio padrone.

Alfine della nostra carrellata ci chiediamo che senso ha innalzare un tempio a Venere? Perché onorare Venere? Che cosa significa sviluppare la Venere dentro ogni Essere Umano?

Essere Venere è l'opposto del saccheggiatore. Ogni Essere Umano si fa Venere quando si relaziona col mondo diventando parte del mondo. Quanto ci da piacere lo definiamo bello e quanto definiamo bello ci induce a costruire delle strategie per farne parte. Queste strategie è il nostro farci Venere. Fare la corte ad una ragazza o ad un ragazzo significa farci Venere. Il contrario di farsi Venere è l'appropriazione. Se Venere può essere identificata come l'essenza dell'amore e del piacere sessuale il macellaio di Sodoma e Gomorra può essere messo in relazione con lo stupro o con la fobia sessuale come prodotto della coercizione. Venere è la relazione che dona piacere ad ogni parte che partecipa alla relazione. Costruire un tempio dedicato a Venere nel Sistema Sociale significa negare il diritto di appropriazione ma indicare la necessità di relazioni che siano di mutuo vantaggio per ogni parte sociale. Un tempio a Venere significa definire la direzione che gli intenti, le scelte e le determinazioni del Sistema Sociale tendono. Esattamente come le chiese cattoliche indicano l'orrore del macellaio di Sodoma e Gomorra e la devastazione del Sistema Sociale a maggiore gloria del loro dio.

Il Paganesimo Politeista è dunque l'ultima possibilità di questo Sistema Sociale per cambiare la direzione nella quale condurre le proprie scelte. Un Sistema Sociale in cui gli individui sono bestiame di un gregge è un Sistema Sociale povero e misero; un Sistema Sociale in cui gli individui determinano sé stesi è un Sistema Sociale ricco. Un Sistema Sociale povero è interesse di chi intende trasformare gli Esseri Umani in bestiame da macello. E' interesse di chi vuole appropriarsi di Esseri Umani, non di chi vuole costruire sé stessi.

Nella contrapposizione fra cristianesimo e Paganesimo Politeista la posta in gioco è il divenire del Sistema Sociale. Potremmo avere un Sistema Sociale composto da individui miserabili in ginocchio che supplicano il dio padrone perché li liberi dagli affanni mentre il buon pastore li conduce al macello, oppure potremmo avere un Sistema Sociale ricco di individui che costruiscono il dio che cresce dentro di loro, che affrontano le contraddizioni della vita e che determinano il loro divenire.

Se nel Sistema Sociale la contrapposizione fra cristianesimo e Paganesimo Politeista è la costruzione del futuro del Sistema stesso, per il singolo Essere Umano sottrarsi dall'essere bestiame del gregge significa salvare la propria vita. Significa mettersi nelle condizioni per sviluppare il dio che cresce dentro di lui; significa trasformare la morte del corpo fisico in nascita del corpo luminoso. Significa costruire sé stessi nell'eternità dei mutamenti.

Per un cristiano c'è solo la disperazione per aver sprecato la propria occasione di eternità!

Fine 31.01.1999

COSTRUIAMO IL FUTURO!

COSTRUIAMO IL PAGANESIMO POLITEISTA!



Claudio Simeoni

Meccanico

Apprendista Stregone

Guardiano dell'Anticristo

Piaz.le Parmesan, 8

30175 - Marghera - Venezia

tel. 041933185

e-mail claudiosimeoni@libero.it

RITORNA ALL'INDICE:

GESU' DI NAZARETH: L'INFAMIA UMANA!

--

RITORNA ALL'INDICE

--