Il concetto di creazione nel Paganesimo politeista

Presentazione della Religione Pagana
riflessioni sulla conferenza del 07 settembre 1996

di Claudio Simeoni

Pagine di riflessioni pagane

Questa conferenza e Radio Gamma5 di Cadoneghe- Padova

Creazione e paganesimo

 

Vai al filmato relativo a questo argomento sul sito religionepagana.it.

Il concetto di creazione nella Religione Pagana Politeista fu esposto, per la prima volta, nella Conferenza tenuta nel settembre 1996 a Marghera.

Per riuscire a comprenderlo è necessario spostare l'attenzione da ciò che normalmente intendiamo come "creazione" ad un processo che potremmo definire come "il venir in essere" delle cose e della realtà.

Gli Antichi non avevano il concetto della creazione come un colpo di bacchetta magica di un qualche dio padrone o mago di turno. Questa idea viene elaborata dagli ebrei a Babilonia (vedi Genesi) appropriandosi e storpiando idee Babilonesi e Sumere.

Gli Antichi, gli Antichi del Mito, concepivano la creazione come un processo in cui la realtà emergeva da condizioni costruite da chi viveva nel suo presente. La necessità del vivere nel proprio presente costringeva quegli Esseri a costruire le condizioni per le quali altri Esseri nascessero. Sono le condizioni costruite dal Sole, dalla Terra e dall'Atmosfera che permettono a nuovi Esseri di germinare e dire al mondo: "Io esisto!" iniziando il proprio cammino verso l'eternità de mutamenti.

E' all'interno di quest'ottica che noi, come Pagani Politeisti, possiamo comprendere gli amplessi di Zeus. E' attraverso i suoi infiniti amori, attraverso le sue infinite passioni, che Zeus costruisce le condizioni affinché gli Esseri della Natura intraprendano il loro cammino verso l'eternità dei mutamenti trasformandosi in Dèi.

Gaia non è la Terra!

Gaia è l'Energia Vitale che permea l'universo e che rappresenta la base della materia e dell'energia dell'universo, comunque noi la descriviamo o la percepiamo.

E' da Gaia che nasce la vita, i Pianeti, le Galassie, i Soli, Consapevoli di sé. Questa grandiosa nascita, questa grandiosa presa di Coscienza di ogni singolo Ammasso Stellare, di ogni singolo Sole, di ogni singolo Pianeta, il mito lo riassume come il venir in essere della Consapevolezza di Urano Stellato.

Ed è in questo che si rintraccia il concetto di creazione del Paganesimo Politeista: Gaia ha in sé la qualità, lo stimolo, la forza, per passare dallo stato di inconsapevolezza allo stato di consapevolezza attraverso i singoli Esseri, gli infiniti ed innumerevoli Esseri, che le strategie d'Esistenza di ogni Essere, diventato Cosciente, modificando la propria oggettività, permette di venir in essere.

Da questo fu desunto, nel 1996 il primo quadro relativo al concetto di creazione che venne esposto in varie conferenze.

1) LA CREAZIONE NEL PAGANESIMO POLITEISTA

Testo conferenza 1996

 

1) L'universo, con quanto contiene, diviene in sé e per sé. La forza di trasformazione è nel mondo, nell'esistente, fin dall'origine del tempo. Quella forza è l'essenza del Libero Arbitrio che nel Paganesimo Politeista viene definito come: Adattamento Soggettivo alle Variabili Oggettive ed appare al veggente come una forza attiva che permea l'intero esistente. Questa forza è NECESSITA'.

2) Nel Paganesimo Politeista il mattone primo che forma l'universo è l'Energia Vitale che per effetto di Necessità si struttura adattandosi in modo diverso a seconda delle condizioni incontrate. Sono i singoli Esseri e l'Essere Umano nel nostro caso, che attraverso l'adattamento funzionale della loro Attenzione scelgono di percepire e distinguere le diverse forme della materia o le diverse forme di energia. Quando, attraverso vari motivi, una concentrazione di Energia Vitale diventa Cosciente di Sé alla Necessità di cui è formata si aggiunge la sua Volontà. Questa Coscienza diventa Fato e in quanto divinità, nelle specificità del proprio divenuto, esercita la propria volontà per scegliere i propri adattamenti e svilupparsi, mutamento dopo mutamento per diventare eterna.

3) La creazione ex Nihilo (dal nulla) è solo una volgare truffa il cui scopo è sottomettere gli Esseri Umani a volontà e determinazioni a loro estranee. Sottomettere gli Esseri Umani ad una volontà esterna significa privarli della loro volontà, fin da bambini quando non possono ricordare, distruggendo il loro divenire nell'eternità dei mutamenti.

4) Se qualcuno dovesse chiedersi: "Chi ha creato il caos? Chi ha creato l'uovo primordiale o il disco giallo in campo nero da cui è nato il Caos Primordiale?" Pensi come il concetto di creazione gli è stato imposto prima ancora che potesse parlare. Il Paganesimo Politeista afferma che tutto è divenuto da precedenti trasformazioni. Il Paganesimo Politeista ha una risposta logica e precisa alla domanda: "Chi ha creato il dio dei cristiani?" Alcuni Esseri Umani il cui fine era quello di distruggere i loro nemici. Scopersero come la sottomissione al dio padrone fosse funzionale per sottomettere gli Esseri Umani ai loro bisogni. Trasformarono la loro invenzione in idea trascendentale per meglio distruggere e dominare gli Esseri Umani. Porsi la domanda: "Chi ha creato" significa rinnovare la truffa cristiana sulla realtà del suo dio.

----Fine quadro sviluppato in conferenza----

 

Presentazione filmata della creazione nel Paganesimo

 

Questa fu la traccia esposta e illustrata nelle conferenze in relazione al concetto di creazione nel 1996.

Non è importante se dopo allora lo sviluppo culturale mi permette di esporre i concetti in maniera diversa o più appropriata, aggiungendo, ad esempio, il concetto di Intento, Fanete, Eros, un concetto già presente, ma che allora, per sviluppare un'esposizione più sintetica, fu eliminato.

Ciò che si deve ricordare è che le idee emotive, la risposta alle nostre predilezioni intime, che noi mettiamo a fondamento del nostro modo di descrivere il mondo, producono quelle idee che determinano il nostro modo di descrivere il mondo. Noi siamo ciò che sentiamo e che attivando le nostre emozioni ci rende partecipe alle emozioni del mondo. Le nostre opinioni contano poco, forse niente, perché troppo spesso sono adesione alle convenzioni che il mondo sociale in cui viviamo ci propone affinché noi, negando le nostre tensioni intime e i nostri bisogni, ci adeguiamo alle convenzioni.

Lusiana, 25.08.2007

Pagine di riflessioni pagane

Questa conferenza e Radio Gamma5 di Cadoneghe- Padova

Claudio Simeoni

Meccanico

Apprendista Stregone

Guardiano dell'Anticristo

Tel. 3277862784

e-mail: claudiosimeoni@libero.it

La Stregoneria

La Stregoneria è arte dell'adattamento soggettivo dell'individuo della Natura alle variabili oggettive che incontra. Per questo, le variabili oggettive, intese come idee apriori della vita, sono un argomento fondamentale nella Stregoneria praticata da un individuo nella costruzione della Religione Pagana.