La Teoria della Filosofia Aperta Vol. 2
di Claudio Simeoni

Il libro si può ordinare all'editore Youcanprint

Oppure, fra gli altri anche su:

Feltrinelli

Ibs

Cod. ISBN 9788891185785

 

Le pagine web di questo indice sono raggiungibili dall'indice:
Teoria della Filosofia Aperta

 

Il secondo volume della Teoria della Filosofia Aperta affronta essenzialmente i filosofi italiani del 1800. Dopo una breve confutazione dei filosofi Inglesi affronta lo scontro culturle che portò dalla Rivoluzione Francese all'Unità d'Italia.

Il maggior filosofo Italiano al quale si deve la nostra Costituzione attuale è certamente Giandomenico Romagnosi che tentò di trasferire in Italia i principi di libertà propri della Rivoluzione Francese.

Il maggior criminale che tentò di distruggere l'Italia in nome del Dio cristiano fu Antonio Rosmini Serbati. Un uomo pieno d'odio che tentò di legittimare la schiavitù in nome del suo dio padrone.

Nemmeno Carlo Cattaneo fu in grado di comprendere il pensiero di Giandomenico Romagnosi.

Comprendere le contraddizioni trattate da questi personaggi ci permette di capire le contraddizioni che ancor oggi viviamo in Italia.

Tutta la filosofia del XIX secolo in Italia ruota attorno alla questione dell'unità d'Italia. O meglio, tutto il dibattito filosofico finisce nell'unità d'Italia.

Per questo il secondo volume della Teoria della Filosofia Aperta tratta la filosofia italiana del XIX secolo.

L'Illuminismo di Romagnosi viene non solo mal digerito dai positivisti, ma fortemente contrastato dai cattolici che con Rosmini e Gioberti sono i paladini del papato di Roma. La stessa casa Savoia, nel modo pił vigliacco ed infame che un uomo possa immaginare, sposa di volta in volta posizioni clericali ed anticlericali a seconda delle proprie convenienze soggettive. Una casa Savoia composta da individui ignoranti e fondamentalmente superstiziosi che non sanno progettare interessi economici che non siano legati al dominio e allo stupro degli uomini come imposto dalla chiesa cattolica. E' il massone e anticlericale Garibaldi che si fa carico di un "sentimento" anticattolico e di riscatto di una borghesia economicamente fallita. De Sanctis introduce in Italia Jakob Moleschott, un positivista nazista che al dio padrone che crea l'uomo a sua immagine della sua infanzia ha sostituito il concetto di "modello dell'uomo" in una prospettiva di allontanamento dal controllo del cattolicesimo per alimentare una ideologia del socialismo nascente sia nella variabile del fascismo che della fisiognomica lombrosiana.

Il dio cattolico, cacciato dall'attività umana diventava il modello morale e fisico a cui l'uomo doveva aderire per compiere il suo destino. Da qui l'ideologia razzista nei confronti del Sud-Italia e della Sardegna che saranno condannate ad una condizione di sottosviluppo. Capire che molti problemi di oggi nascono da quella discussione filosofica ed ideologica avvenuta in Italia che, lungi dal partecipare al dibattito culturale europeo, si isola in una condizione delirante di narcisimo sociale. Il padrone è il modello. Il padrone è Gesù. Il padrone è l'incarnazione di Dio a cui si deve obbedienza. Il Duce è l'uomo del destino voluto da Dio. Ed ecco l'Italia che in quel delirio parte a devastare l'Africa perché il Duce ha bisogno di schiavi e ha la necessità di far macellare gli Italiani.

Capire la filosofia italiana del 1800 significa capire i problemi che ancora investono l'Italia. A volte, quando ci sono delle crisi economiche violente, sembra che quei problemi spariscano, siano irrilevanti, ma sia gli uomini che creano la crisi economica, sia gli uomini che tentano di uscire dalla crisi economica, sono costruiti, emotivamente e in maniera profonda, da quel dibattito filosofico che avendo ignorato l'infanzia ha trasformato i bambini in bestiame da comperare e vendere al miglior offerente.

Ignorare l'infanzia ha posto le basi per la distruzione di ogni possibile futuro sociale.

L'unità d'Italia prima e la Democrazia Cristiana poi, hanno continuato a garantire alla chiesa cattolica il diritto di stuprare bambini, di violentare l'infanzia, per la maggior gloria del suo dio padrone.

 

Indice degli argomenti del libro
La Teoria della Filosofia Aperta Vol. 2

Premessa 6

Hamilton, Sir William (1788 - 1856) 9

Hamilton e la scuola scozzese 9

John Stuart Mill (1806-1873) 11

L'esperienza come stato di coscienza. 11

I limiti della logica induttiva. Stuart Mill e Gesù come verità 12

Il mondo esterno e l'Io. 13

Stuart Mill e il liberale come separato dalla società 14

Il sentimento morale. 16

Stuart Mill: individuo sociale e individuo liberale 16

Il liberalismo progressista 17

Stuart Mill: Socrate e Gesù come modelli del liberale 17

L'uso del dio cristiano nel liberalismo inglese 23

Stuart Mill: l'esistenza di dio. 23

Giandomenico Romagnosi (1761 - 1835) 25

La scienza delle Costituzioni. 25

Riflessioni sui problemi costituzionali e sociali 25

La scienza delle Costituzioni: scienza dei principi 28

Necessità della cognizione dei principi sociali 28

La scienza delle Costituzioni: scienza dei principi 33

Romagnosi e le Anti Costituzioni 33

Il concetto di anima e corpo in Romagnosi 35

La scienza delle Costituzioni: scienza dei principi 39

Romagnosi e le Pseudo Costituzioni 39

La scienza delle Costituzioni: scienza dei principi 44

Romagnosi e le ultra Costituzioni 44

La scienza delle Costituzioni: scienza dei principi 51

Il passaggio dalle ultra-Costituzioni alle pseudo Costituzioni e l'idea razionalistica ottocentesca di Romagnosi nella Costituzione attuale 51

Il principio di contraddizione e la relazione dialettica 55

Il commercio sostanziale fra interno ed esterno in Romagnosi 55

La necessita' di conoscere i principi che regolano la liberta' costituzionale in Romagnosi 57

Studiare i principi attraverso cui si applica una Costituzione nel pensiero di Romagnosi 60

Pasquale Galluppi (1770-1846) 69

Delle verita' primitive di esistenza e di esperienza interna 69

Dell'esistenza della sensibilità esterna 72

Esistenza e azione 74

L'attenzione 75

Lo spirito come limite del pensiero in Galluppi 77

Galluppi e il delirio di onnipotenza 78

Materialisti e spiritualisti in Galluppi 79

Il principio del dovere e sue implicazioni sociali 82

Antonio Rosmini Serbati (1797 - 1855) 89

La sensazione nella fede cristiana in dio 89

L'idea dell'essere creatore 94

La percezione intellettiva: fede e ragione. 100

La questione dell'infanzia nella Filosofia del Diritto (1841) 109

Articolo 19 (protezione) 110

Convenzione sui Diritti dell'Infanzia approvata dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 20 novembre 1989, ratificata dall'Italia con legge del 27 maggio 1991 n. 176 depositata presso le Nazioni Unite il 5 settembre 1991 111

PREAMBOLO 111

Articolo 3 (generali) 112

Articolo 4 (generali) 113

Articolo 5 (generali) 113

Articolo 12 (partecipazione) 114

Articolo 13 (partecipazione) 114

Articolo 14 (partecipazione) 114

Articolo 15 (partecipazione) 114

Articolo 16 (identità) 115

Articolo 32 (protezione) 115

Articolo 34 (protezione) 115

L'Essere Reale, l'idea innata di dio 116

111. - LE VIRTU' DA INCULCARE NEL BAMBINO NELL'EDUCAZIONE FAMIGLIARE 122

Il timor di Dio. 122

La sincerità. 124

L'obbedienza. 124

Il pudore. 124

Filosofia del Diritto: giustificazione del genocidio 128

Filosofia del Diritto: legittimazione delle guerre della religione cristiana 132

Diritto di repellere colla forza le occasioni prossime di peccare poste a' nostri simili dall'altrui malvagità - Guerre di religione 133

L'Essere Morale e la giustificazione dell'ingiustizia nella morale di Rosmini 140

Capitolo XIII 141

La permissione de' mali temporali che cadono sopra i giusti e gl'ingiusti non solo è atto di giustizia, ma di bontà, giovando que' mali di medicina alle infermità morali comuni a tutti gli uomini 141

Il pensiero politico di Rosmini e le sue implicazioni sociali. 147

Karl Vogt (1817 - 1895) 159

Lezioni sull'uomo e il suo posto nella creazione e nella storia della terra 159

Il razzismo fra bibbia e anatomia. Lezioni sull'uomo e il suo posto nella creazione e nella storia della terra 164

Jakob Moleschott (1822 - 1893) 171

La filosofia come giustificazione dell'utopia nel progresso scientifico. La filosofia positivista e le illusioni dei cristiani atei nella scienza. 171

L'ideologia eugenica nelle pratiche eugenetiche. Origine ideologica della discriminazione e del genocidio 174

Cesare Lombroso (1835 - 1909) 184

Le origini morali delle idee criminali di Cesare Lombroso e i fondamenti del Codice di procedura penale italiano. La superstizione della magia simpatica spacciata per scienza. 184

Giuseppe Ferrari (1811 - 1876) 192

Filosofia della Rivoluzione: La rivelazione cristiana e i limiti di atei e anticlericali 192

Filosofia della Rivoluzione: Riflessioni sulle idee relative allo schiavo e allo schiavismo 200

Filosofia della Rivoluzione: Costituzione e diritti umani nell'idea positivista. Le idee di Ferrari e i loro effetti nella società 202

Filosofia della Rivoluzione: La Rivelazione religiosa soprannaturale 212

Vincenzo Gioberti (1801 - 1852) 221

In Gioberti l'idea è dio stesso: le implicazioni sociali 221

Intuizione, riflessione e conoscenza in Gioberti 225

Ente crea l'esistente 228

Protologia: il neoplatonismo di Gioberti dell'esistente che torna all'ente e le implicazioni sociali 231

Il Gesuita Moderno: Gioberti e la condizione dell'educazione alla vigilia dell'unità d'Italia 237

Il primato morale e civile degli italiani e implicazioni sociali, come Gioberti pensa all'Italia e agli italiani 250

Giuseppe Mazzini (1805 - 1872) 267

Dei doveri dell'uomo: il popolo immagine di dio sulla terra 267

Dei doveri dell'uomo: la legge del dovere 272

Dei doveri dell'uomo: Dio e il popolo 282

Carlo Cattaneo (1801 - 1869) 293

Insulto e calunnia, metodo filosofico di Antonio Rosmini e le idee di Cattaneo nella risposta a Rosmini 293

Significato della filosofia e della scienza in Carlo Cattaneo 298

Significato della psicologia delle menti associate in Carlo Cattaneo 304

Tesi antitesi e sintesi in Carlo Cattaneo 308

Dalla sensazione al divenire dell'uomo alle menti associate 310

Dell'analisi come operazione di più menti associate 318

Analisi e razzismo in Carlo Cattaneo 319

Scienza come guerra in Carlo Cattaneo 321

Riflessione conclusiva sui fini della filosofia di Carlo Cattaneo 322

Occultismo, esoterismo e stregoneria 324

Helena Petrovna Blavatsky (1831 - 1891) 329

Le origini occulte di una realtà desiderata 329

Piegare la realtà al proprio desiderio trasformandola in esoterica 331

Violentare la percezione dell'uomo con l'esoterismo e l'occultismo 334

Come trasformare in mistero l'inumano per farlo accettare 337

Esoterismo e occultismo come negazione del corpo desiderante 338

Samuel Liddel MacGregor Mathers (1854 - 1918) 340

La Golden Dawn, l'evocazione degli spiriti e la magia cerimoniale 340

La magia cerimoniale della Golden Dawn e la rivelazione di Elia 344

Golden Dawn, magia cerimoniale: dalla sottomissione agli spiriti alla sottomissione della società 346

Friedrich Wilhelm Nietzsche (1844 - 1900) 350

La scelta di Nietzsche contro il superuomo 350

Nietzsche la sofferenza e il controllo dell'umanità ad opera dei preti mediante la malattia 351

Nietzsche contro preti cristiani, occultisti, esoteristi e la schiavitù dell'uomo che professano 352

Henri Bergson (1859 - 1941) 355

L'evoluzione creatrice 355


Marghera, 10 maggio 2015

Home Stregoneria Pagana

Pubblicare in cartaceo

consente di mantenere

la memoria del

respiro di liberta'

su un futuro che immaginiamo

Libri pubblicati da Claudio Simeoni

Claudio Simeoni

Meccanico

Apprendista Stregone

Guardiano dell'Anticristo

Tel. 3277862784

e-mail: claudiosimeoni@libero.it

I libri della Religione Pagana e della Stregoneria

I libri di Religione Pagana e di Stregoneria di Claudio Simeoni. I libri sono pubblicati per fissare il ricordo del lavoro di formazione del pensiero della Religione Pagana oltre la diffusione dell'web.