Gli Dèi emergono generando sé stessi. Tutta la vita, tutte le coscienze germinano generando sé stesse partendo dalle condizioni oggettive, gli Dèi che ne condizionano gli Dèi che formano la loro soggettività dalla quale manifestano la loro Coscienza di Sé.

Inno orfico a Prothyraia
 
Inno Orfico n. 2

Claudio Simeoni

Indice agli Inni Orfici

Tutto ciò che noi possiamo dire degli Inni Orfici è che la sequenza degli Inni, al di là che sia completa o meno, descrivono la visione del mondo e le condizioni della vita come erano intese da chi li ha scritti.

Iniziare gli Inni Orfici con Ecate, significa iniziare a parlare della nascita degli Dèi. E' indifferente sapere in quale natura gli Dèi nascono ed esistono. Per gli orfici sono soggetti che agiscono e che, nella loro azione, garantiscono l'esistenza ad altri soggetti.

Ecate è la nascita degli Dèi, qualunque sia la natura della loro nascita. Sottolineare questo aspetto equivale a comprendere come gli Esseri della Natura stanno costruendo il Dio che cresce dentro ognuno di loro.

Infatti, negli Inni Orfici, la seconda divinità a cui si dedica un inno è Prothyraia che significa "quella dinanzi alla porta": la porta d'ingresso alla vita.

Inno Orfico a Prothyraia

Ascoltami o dea augusta, demone dai molti nomi,
soccorritrice nelle doglie, soave al cospetto dei talami.
Sola salvatrice delle donne, amante dei fanciulli, dall'animo gentile,
che acceleri il parto, che fra i mortali assisti le giovani,
Prothyraia, hai le chiavi, accogli affabilmente,
hai caro l'allevatore, gradevole con tutti,
che abiti le case di tutti e gioisci nei convitti,
assisti le partorienti, invisibile, ma visibile a tutti nelle opere,
partecipi delle doglie e gioisci dei parti felici,
Ilitia che scioglie i travagli nelle terribili necessità;
te sola infatti le puerpere chiamano riposo dell'anima;
poiché in te sono i tormenti che liberano dai dolori dei parti,
Artemide Ilitia e la augusta Prothyraia.
Ascolta Beata, essendo soccorritrice da' discendenza
E salva, come per natura sei sempre salvatrice di tutti.

Da Inni Orfici ed. Lorenzo Valla trad. Gabriella Ricciardelli

Si tratta di invocazioni legate alla difficoltà del parto, ai dolori e al pericolo di morte sia del bambino che della partoriente. E' l'inizio di ogni percorso religioso dell'uomo nel mondo. Il percorso inizia quando si esce dalla vagina della propria madre.

Uscire dalla vagina della propria madre è il primo atto di violenza divina. Una volta che un soggetto nasce e si presenta al mondo, il mondo non sarà mai più come prima perché la nascita del singolo modifica l'ambiente che prima esisteva senza quella presenza. Nascere significa anche gettare nel mondo i propri bisogni, le proprie necessità e volerle soddisfare anche se qualcuno potrebbe non essere d'accordo o essere danneggiato.

Nascere significa iniziare la sfida della propria esistenza. Prothyraia assiste alla manifestazione della volontà e dei desideri del nuovo nato. Assiste alla nascita di un "nuovo presente" percorso dal nuovo nato.

Viene citata Ilizia, figlia di Era e Zeus. E' l'essenza stessa della nascita. La nascita che si manifesta mentre Prothyraia sta a guardare il venir alla luce il nuovo nato.

E il nuovo nato inizia il suo cammino per diventare un Dio, trasformazione dopo trasformazione mentre, Ecate, lo attende affinché nasca come un Dio.

NOTA: questa divinità è praticamente ignorata. Solo in alcune iscrizioni appare associata ad Artemide, che aiuta Latona a partorire Apollo, e ad Ilizia che è la figlia di Era e Zeus che esprime sé stessa nei parti. Come divinità in sé sembra apparire esclusivamente come uno dei pilastri fondamentali degli Inni Orfici.

Febbraio 2023

 

 

 

Indice agli Inni Orfici

 

Torna agli argomenti del sito Religione Pagana

Home Page Stregoneria Pagana

 

Claudio Simeoni

Meccanico

Apprendista Stregone

Guardiano dell'Anticristo

Membro fondatore
della Federazione Pagana

Piaz.le Parmesan, 8

30175 Marghera - Venezia

Tel. 3277862784

e-mail: claudiosimeoni@libero.it

 

 

 

Questo sito non usa cookie. Questo sito non traccia i visitatori. Questo sito non chiede dati personali. Questo sito non tratta denaro.