Il Crogiolo dello Stregone

di Claudio Simeoni

Il libro si può ordinare all'editore Youcanprint

Oppure, fra gli altri anche su:

Libreria Universitaria

Ibs - libri

Mondadori

Cod. ISBN 9788893329187

Scheda libro:

Titolo: Il crogiolo dello stregone

Autore: Claudio Simeoni

Data di uscita:2016

Pagine: 400 formato 21x29,7

Copertina: morbida

Editore: youcanprint

ISBN: 9788893329187

La quarta di copertina del libro Il Crogiolo dello Stregone

Il Crogiolo dello Stregone è l'insieme delle tecniche attraverso le quali lo Stregone abita il mondo.

Tecniche, modo di pensare il mondo, modo di guardare e di agire nel mondo, intenti per i quali lo Stregone agisce nel mondo partendo da una concezione filosofica per cui ogni azione che viene fatta modifica sia l'insieme in cui agisce che colui che ha messo in essere quella azione.

L'azione dello Stregone determina la negazione del presente in cui agisce e il presente che si aggrega dopo l'azione non è più il presente precedente, ma un nuovo presente che riassume e nega il presente precedente.

Gli Esseri Umani sono sempre delle Streghe o degli Stregoni nella misura in cui sono coscienti del fatto che agendo si modificano. Per questo motivo lo Stregone sceglie come e per quali fini agire perché scegliendo in che direzione agire e per quali intenti agire determina la direzione della propria trasformazione.

La Stregoneria è l'arte della trasformazione soggettiva in contrapposizione al cristianesimo e all'ebraismo che sono l'arte di imporre il modello creato dal loro dio padrone. La Stregoneria spinge l'uomo a trasformarsi in un mondo che si trasforma, il cristianesimo e l'ebraismo impongono all'uomo l'immobilità della fede in attesa della provvidenza del loro dio padrone.

Ho iniziato a scrivere Il Crogiolo dello Stregone in seguito alle sollecitazioni dei radioascoltatori di RadioGamma5 nel 1997 quando, da quei microfoni in Via Belzoni 9 Cadoneghe Padova, tenevo la trasmissione radiofonica "Magia, stregoneria e paganesimo". Ho tenuto quella trasmissione dal 21 novembre 1996 all'agosto del 2007, ogni giovedì, dalle ore 15.00 alle 16.30 e dalle 19.00 alle 20.00. Quasi tutto il Crogiolo dello Stregone è stato dibattuto con i radioascoltatori in quelle trasmissioni radio la cui registrazione è ancor oggi presente sul web.

Riflessione iniziale del Crogiolo dello Stregone

Disprezzo quei genitori che si mettono in concorrenza con i figli.

Disprezzo quei genitori che non trasmettono ai figli le loro passioni.

Disprezzo quei genitori che cacciano i loro figli nel mondo per affogarli nelle tempeste esistenziali.

Disprezzo quei genitori che si fanno servi dei loro figli.

Disprezzo quei genitori che pretendono che i figli onorino il padre e la madre.

Disprezzo quei genitori che si pongono a modello dei loro figli.

Disprezzo quei genitori che non armano i loro figli della conoscenza sociale per affrontare in maniera dignitosa le condizioni della vita.

Disprezzo quei genitori che si sono dimenticati di essere dei cittadini e si pensano sudditi di una morale.

Tutti questi genitori, io li chiamo CRIMINALI, e ai loro figli derelitti, sbattuti nelle tempeste della vita, io dedico "Il Crogiolo dello Stregone" nell'illusoria speranza che sia un timone anche se sono consapevole che per afferrare un timone servono mani coraggiose che i genitori criminali hanno provveduto a mozzare.

Perché gli uomini chiamano filosofia
la legittimazione della schiavitù?

Indice argomenti del libro Il Crogiolo dello Stregone

Introduzione: l'esperienza esistenziale 9

Introduzione: il Crogiolo e la filosofia 11

I Pilastri del cielo come crogiolo della vita 12

I presupposti dai quali viene elaborato il Crogiolo dello Stregone 14

Le colonne del cielo o della trasformazione soggettiva. 14

Il mondo dell'Essere Natura 16

Le tecniche del Crogiolo per affrontare la vita nel mondo dell'Essere Natura 18

Il mondo sociale umano 19

La vita nel mondo sociale umano 19

I mondi della percezione 20

La vita nei mondi della percezione 20

Il bastone dello Stregone 21

Riassumendo 21

Prima parte: il primo Crogiolo dello Stregone 22

Il Crogiolo dello Stregone 1997 22

Il Bastone dello Stregone 22

Il Giudizio di Necessità 25

L'Attenzione 27

L'Intento 29

Chiedersi il perché delle cose: il Sapere! 31

Follia Controllata 32

Ascoltare il mondo attorno a noi 35

Togliersi dal centro del mondo 37

L'Arte dell'Agguato 40

Vivere per sfida: volontà e determinazioni 42

Meditazione, contemplazione e preghiera 43

Le Correnti Vegetative 47

Il sognare e il chiamare le cose col loro vero nome 49

Palpare il mondo 52

Riflessione finale del primo Crogiolo 55

Crogiolo di Dèi 55

Seconda parte: Il Crogiolo del Male 57

Il Crogiolo del Male e la schiavitù dell'uomo 57

Dalle società precristiane all'orrore cristiano 60

La famiglia nel Crogiolo del Male 62

Le dicerie e la famiglia cattolica la gabbia morale come prigione 65

La famiglia cattolica e la distruzione emozionale dell'uomo 68

Le classi sociali povere e la povertà sociale 70

Togliersi dal centro del mondo 71

Le Determinazioni 75

La Volontà 77

La sospensione del giudizio 79

La sospensione del dialogo interno 81

I fantasmi della ragione 83

Donne che corrono con i lupi 88

Conclusione delle storie di Pinkola Estés 94

La meditazione 94

La contemplazione 98

La preghiera 101

Le correnti vegetative 105

La follia controllata 108

Ascoltare il mondo attorno a noi 112

L'attenzione 115

L'intento 120

Palpare il Mondo 124

Giudizio di Necessità 129

L'Agguato 133

Chiedersi il perché delle cose 138

La sospensione del giudizio tesi numero due 142

Il sognare 147

Chiamare le cose col loro vero nome 157

Conclusione del Crogiolo del Male 163

Terza parte: Il Crogiolo dello Stregone nei Quattro Canti del Mondo 166

Contro il razionalismo a tutti i costi 166

Alcune considerazioni sul concetto di ragione 172

Riflessioni su alcune strutture sintetiche di antiche Religioni Pagane pervenuteci 174

Sintomi psichiatrici e percezione alterata: alcune precisazioni 176

I quattro Canti del Mondo 179

Togliersi dal centro del mondo 183

Le determinazioni 187

La volontà 190

La sospensione del giudizio 193

Scetticismo 195

L'Intento 198

Relazione fra Intento e Necessità, una riflessione 201

L'Attenzione 202

Chiedersi il perché delle cose 206

La Follia Controllata 209

L'Agguato 213

L'Agguato nei quattro canti del mondo 220

La tecnica dell'elencazione nell'arte dell'agguato all'interno della società civile 224

Meditazione 227

Le Correnti Vegetative 230

Ascoltare il mondo attorno a noi 233

Vivere per sfida 236

L'impeccabilità 236

La vita come sfida 237

Contemplazione 241

Palpare il mondo 245

Quarta Parte: la psicologia nella Stregoneria 250

Intuizione e Allucinazione 250

Illusioni 254

Sensazione e percezione 258

La sensazione che si ha di un fenomeno è cosa diversa dal percepire un fenomeno 259

Le illusioni come rassicurazioni psicologiche 262

Illusioni visive e illusioni di moto apparente 268

La patologia psichiatrica di difesa dall'ansia sociale e la pratica della Follia Controllata 270

Come liberarsi dai sensi di colpa imposti dal cristianesimo mediante la manipolazione mentale sull'infanzia. 278

Il Crogiolo dello Stregone contro i sensi di colpa 281

Toglierci dal centro del mondo 281

Meditazione 284

Ascoltare il mondo attorno a noi 286

Chiedersi il perché delle cose 287

Chiamare le cose col loro vero nome 289

Conclusione della rimozione dei sensi di colpa 290

Il meccanismo dell'illuminazione religiosa 291

Quinta parte: depressione e uscita dalla depressione Odisseo/Ulisse in Apollodoro 295

Depressione e Stregoneria 295

1) La depressione inquadrata nel Crogiolo dello Stregone 295

2) La necessità di togliersi dal centro del mondo e le relazioni empatiche mancate 296

3) La depressione come patologia di difesa dall'educazione nell'infanzia 297

4) La depressione come morte dell'individuo 298

5) La condizione vissuta dal depresso 299

6) Il depresso come Odisseo, Ulisse: distruzione e disperazione 300

7) Il depresso affronta la forma che lo ha condotto alla depressione 300

8) Il depresso sconfigge ciò che lo ha condotto alla depressione 301

9) Il depresso tenta di ritornare alla situazione che lo ha portato alla depressione 302

10) Il mondo tenta di annientare il depresso: dai Lestrigoni alla madonna di Lourdes, a padre Pio 304

11) Il depresso libera Circe prigioniera dentro di lui 305

12) Circe, il falco della vita 307

13) Il depresso affronta le Sirene della vita che vogliono imprigionarlo in fede e speranza 308

14) Il depresso naviga nella vita fra Scilla e Cariddi 309

15) Il depresso ricostruisce interessi e relazioni col mondo: Calipso e Nausicaa 310

16) Il mondo che ha preceduto la depressione, per il depresso non esiste più: distruggere un presente estraneo 311

17) Il depresso è uscito dalla patologia togliendosi dal centro del mondo e ha imparato a chiamare le cose col loro vero nome. 313

Sesta parte: le tre arti sublimi della Stregoneria 316

L'Agguato, il Sognare, la Follia Controllata: la pratica e il fine 316

L'Arte dell'agguato: la prima arte sublime della Stregoneria 317

L'Arte della Follia Controllata: la seconda arte sublime della Stregoneria 319

La gabbia di Pavlov e Bergoglio 321

Dall'imprinting dell'infanzia alle necessità sociali 322

La "vera" personalità dello Stregone 323

L'Arte del Sognare: la terza arte sublime della Stregoneria 324

Settima parte: la fondazione dello Stregone 329

1) Cosa sono le determinazioni e la volontà 329

2) Il determinismo in psicologia 329

3) Il determinismo in filosofia, Heisenberg 330

4) La libertà e le determinazioni 331

5) Le Determinazioni che ci hanno costruito 332

6) La Volontà 334

7) Gli effetti delle determinazioni nella modifica della struttura fisica 335

8) Le Determinazioni dalla passività alla determinazione: scegliere la direzione in cui costruirci 337

Ottava parte: Le tre arti della magia nella pratica della Stregoneria 341

1) Le tre arti della MAGIA nella pratica di Stregoneria 341

2) Perché si usa la Magia 341

Plasticità neurale 342

3) Come siamo oggi, da adulti, che pensano di praticare Stregoneria 343

4) Come si medita nella pratica magica in Stregoneria (prima parte) 344

5) Come si medita nella pratica magica in Stregoneria (seconda parte) 345

6) Gli aspetti magici della meditazione in Stregoneria: l'oggetto su cui meditiamo 346

7) Gli aspetti magici della meditazione in Stregoneria: idee, opinioni e conflitto 347

8) Meditare l'altro: dalla Meditazione alla Contemplazione 348

9) Dalla pratica della Meditazione alla pratica della Contemplazione 349

10) La Contemplazione dal punto di vista soggettivo: condizioni di inizio contemplazione 350

11) L'oggetto contemplato è un soggetto che contempla 352

12) La contemplazione come oggetto-soggetto in sé che chiama i soggetti a contemplarsi: l'intento della contemplazione 353

13) L'uso dei sensi nella tecnica della Contemplazione 354

14) Come funziona fisiologicamente, i limiti e gli effetti della Contemplazione nell'attività quotidiana 356

15) Gli effetti della Contemplazione, allucinazione e percezione allucinatoria 359

16) Riflessioni scientifiche sugli effetti della Contemplazione nella modificazione delle connessioni neuronali 360

17) Il vivente come universo di coscienze: dalla contemplazione all'ascolto delle correnti vegetative 362

18) Le correnti vegetative, che cosa sono e come funzionano 363

19) Dalle correnti vegetative alla teoria della kundalini e all'autoguarigione 364

20) Correnti vegetative e kundalini: una questione cristiana aperta dalla Società Teosofica contro la Stregoneria 366

21) Riflessione sulle Correnti Vegetative e il concetto di kundalini 367

22) Correnti vegetative e kundalini; la questione relativa al sesso o al chakra del sesso 369

23) La Stregoneria e il discorso sull'aura fra kundalini e correnti vegetative 373

24) Chakra, kundalini, tching, agopuntura, shiatsu, reiki ecc. e la Stregoneria della Religione Pagana 376

25) Correnti Vegetative e la questione della malattia, della guarigione e dell'autoguarigione 380

26) Primo chakra: il sesso e la libido 382

27) Secondo chakra: la volontà come necessità di crescere 384

28) Terzo chakra: il plesso solare, il sistema simpatico e il cervello dello stomaco 385

29) Quarto chakra: il cuore e il controllo neuro-vegetativo all'insorgenza dell'emozione 388

30) Quinto chakra: la tiroide, le necessità della crescita fisica e del sistema nervoso 389

31) Sesto chakra: il centro della fronte e l'attenzione nella specie umana 391

32) Settimo chakra: la fontanella sulla testa alla nascita e la costruzione del Corpo Luminoso 394

Marghera, 13 marzo 2016

Home Stregoneria Pagana

Pubblicare in cartaceo

consente di mantenere

la memoria del

respiro di liberta'

su un futuro che immaginiamo

Libri pubblicati da Claudio Simeoni

Claudio Simeoni

Meccanico

Apprendista Stregone

Guardiano dell'Anticristo

Tel. 3277862784

e-mail: claudiosimeoni@libero.it

I libri della Religione Pagana e della Stregoneria

I libri di Religione Pagana e di Stregoneria di Claudio Simeoni. I libri sono pubblicati per fissare il ricordo del lavoro di formazione del pensiero della Religione Pagana oltre la diffusione dell'web.